Blog: http://ValMadlene.ilcannocchiale.it

Una nuova alba


L'alba è a via Fornovo, stamattina. Come tutte le mattine.
Ora so perchè sono finita a lavorare al Ministero: l'alba è in Prati, qui da qualche parte; dietro i palazzi di via Fornovo, e fa capolino al mio secondo caffè, come ogni giorno.
Oggi è indecisa, fuori dalla finestra.
Ma si arrenderà; e timbrerà il suo cartellino mezz'ora dopo di me, al solito.
Il mondo è abitudinario. Il sole per primo.
La natura, con le sue stagioni, i suoi corsi e ricorsi.
E la mia vita, scandita dal lavoro, ha bisogno di romperne il ritmo, scardinarne la costringente inevitabilità.
Se riuscissi a cambiare ufficio, l'alba mi giungerebbe prima, o forse, invece, più tardi.
Se cambiassi sedia e finestra, dovrei attendere lo sciogliersi del traffico in tangenziale, prima di vedere il sole, sudato e stanco, comparire.
E i primi tempi sarebbe un bel gioco scommettere sull'ora d'arrivo.
Da quale angolo sbucherà? Sarà più caldo, sulla Flaminia, del composto, ordinato sole dei quartieri alti?
Si allenterà il nodo alla cravatta, prima di crollare sulla sedia cigolante, maledicendo questa mia mania di cambiare le carte in tavola?
"Stavamo tanto bene prima! - mi dirà.
La solita strada, il lavoro che ormai si faceva quasi da sè, ad occhi chiusi.
Un'efficienza che ti costava solo la fatica di rimanere seduta dritta a picchiettare 13 ore, ma nulla più. Scrivevi, parlavi, rispondevi, improvvisavi, risolvevi con una disarmante facilità, Val.
Avevi un nome, una posizione, una riconosciuta professionalità.
Perchè questa smania di cambiare? Perchè ricominciare?"
Io senza sfide, battaglie e curiosità stavo morendo.
Il deserto, piatto, secco, mi aveva intorpidita.
Cullata da Morgana, avevo smesso di respirare.
Ho bisogno di scommettere di nuovo.
Di provare, rischiare, sbagliare.
E se il sole vorrà ricominciare a sorprendermi, io farò le corse con lui.
E vedremo, stavolta, chi arriverà prima!

Pubblicato il 5/6/2008 alle 9.8 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web